Cosa vedere a Modica

Ecco cosa vedere a Modica durante una visita, le principali attrazioni d’interesse culturale da non perdere.

Il Duomo di San Giorgio

Simbolo dell’architettura tardo barocca siciliana, il Duomo di San Giorgio, con una vista mozzafiato, è uno dei luoghi più iconici da visitare nel territorio ibleo, inserito nella Lista Mondiale dei Beni dell’umanità dell’UNESCO.
La sua prima edificazione si ipotizza risalga al 1090, per volontà dal conte Ruggero d’Altavilla, in seguito alla conquista normanna della Sicilia. La splendida facciata a torre, alta ben 62 metri, fu costruita dal 1702 e completata nel 1842, con il posizionamento della croce in ferro sulla guglia.
Per la realizzazione dei primi due ordini del prospetto gli architetti si ispirarono alla cattedrale di Dresda, Katholische Hofkirche, completata nel 1753. Le modifiche vennero realizzate sulla facciata settecentesca, di cui non ci sono pervenuti disegni, ma che aveva resistito al terremoto del 1693, attraverso parziali demolizioni di alcune aree successivamente ricostruite.
A completamente del poderoso impianto votivo, era stata costruita tra il 1814 e il 1818 una scalinata di 181 gradini, prima nella parte superiore a Corso San Giorgio, successivamente nella parte inferiore fu iniziata nel 1874 e completata nel 1880.
Questa magnifica scalinata conduce ai cinque portali della chiesa, come preludio alle cinque navate interne. Sul versante frontale, estremamente panoramico, il complesso è impreziosito da un giardino pensile che si snoda su diversi livelli, chiamato Orto del Piombo, fiancheggiato dalla scalinata, a comporre una scenografia che ricorda Trinità dei Monti a Roma.

Duomo di San Giorgio
Duomo di San Giorgio


All’interno la chiesa, ha una pianta a croce latina con tre absidi dopo il transetto ed è suddivisa in cinque navate attraverso ventidue pilastri, ornati da capitelli corinzi. Le superfici delle volte sono decorate da un ciclo pittorico e stucchi decorativi, con una cupola che raggiunge i 36 metri di altezza. Posto al di sopra dell’arco inscritto nel portale principale, sulla contro facciata interna, si trova uno stemma che riproduce l’armatura del conte Ruggero d’Altavilla, fondatore.
Il Duomo di San Giorgio si trova salendo per Modica Alta, nel centro storico, ed è facilmente raggiungibile a piedi attraverso la bellissima scalinata panoramica.

Cosa vedere a Modica_Interno Duomo S. Giorgio
A. Sessa, interno del Duomo S. Giorgio

Il Duomo di San Pietro Apostolo

Il Duomo di San Pietro Apostolo è la chiesa madre della città insieme al Duomo di San Giorgio. Si colloca tra gli edifici votivi più antichi, la sua prima edificazione infatti è da collocarsi dal 1301 al 1350. L’edificio attuale è stato in gran parte ricostruito a causa dei danni avvenuti nei secoli e durante il disastroso terremoto del 1693.
Come il Duomo di San Giorgio, è un esempio di architettura tardo-barocca siciliana. La sua facciata è spettacolare, caratterizzata da una serie di colonne e dettagli decorativi elaborati. Al suo interno racchiude una serie di opere d’arte di grande valore, affreschi, statue e gli altari che decorano l’interno della chiesa. Nella navata di sinistra, si trova la Cappella Mazara, il Museo Parrocchiale, visitabile ad oggi, custode del patrimonio artistico della chiesa. Calici, ostensori, dipinti e statue del XVI sec.
Ha un campanile alto, quadrangolare e imponente, disposto su tre livelli di epoche diverse, a conferma della stratificazione storica, che domina Modica bassa. Nella parte sommitale, la torre campanaria, appare incompleta per la mancanza della consueta cupola. La sua principale campana, “Petra” è, insieme ad “Ippolita”, sua gemella nel campanile di San Giorgio, la più grande della cittadina siciliana.
Una bellissima scalinata, fiancheggiata dalle statue dei 12 apostoli e composta da 3 rampe, conduce al sagrato da Corso Umberto I.
La Chiesa di San Pietro si trova nel centro storico di Modica, quindi è facilmente raggiungibile a piedi.

Cosa vedere a Modica_S.Pietro
Dagnija BerzinaIl, il Duomo di S.Pietro

Il Castello dei Conti di Modica

Cosa vedere a Modica_S.Maria di Betlem
S.Maria di Betlem con il Castello dei Conti in alto a sinistra sullo sfondo

Il Castello dei Conti di Modica, è uno degli edifici storici più importanti del territorio. Si trova sulla sommità di una rocca e rappresentò per secoli la sede del potere politico e amministrativo della contea storica di Modica.
Il Castello ad oggi, è il frutto di una massiccia ricostruzione che ha interessato le sue strutture non solo dopo il terremoto del 1693, ma, soprattutto, dopo il 1779, quando fu realizzato Il progetto per la ricostruzione dell’abitazione del Governatore della Contea.
Inizialmente venne pensato come fortezza, ma modificato in varie epoche, tra VIII e XIX secolo. La struttura fu costruita in posizione strategica, su un promontorio roccioso, con due delle tre pareti naturalmente inattaccabili poiché a strapiombo. All’esterno rimane una torre poligonale del XIV sec.
Recenti scavi archeologici, per il progetto di trasformazione di una parte del castello in centro congressi, stanno riportando alla luce reperti della prima età del bronzo, del periodo ellenistico, di quello romano, di quello arabo, fino al suo utilizzo per scopi amministrativi e militari.

Nel cortile interno sono visitabili le carceri medievali, suddivise per tipologia di carcerati. Qui nel 1930, sui ruderi della chiesa di San Leonardo, costruirono la chiesa della Madonna del Medagliere, per confortare i carcerati. Nella stessa area si possono ammirare i resti della cappella privata del Conte e del Governatore, la chiesa di San Cataldo, le cui campane scandivano le ore nella città.
Crollate a causa del terremoto del 1693, o demolite per lasciare spazio all’urbanizzazione, nulla è rimasto delle 5 torri, delle 4 porte e delle antiche mura.
Tra le attrazioni principali del castello c’è la vista mozzafiato che dalla sommità delle torri si apre sulla città e sui dintorni.

Il cioccolato

Modica inoltre è famosa per il suo cioccolato unico, preparato con una tecnica antica che ne conserva la consistenza granulosa. Visitare una delle cioccolaterie locali, come l’Antica Dolceria Bonajuto, sarà un’esperienza gastronomica imperdibile. Potrete assaporare il cioccolato in molte varianti, prima di acquistarlo, fatto secondo l’antica ricetta tradizionale.
Il Museo del Cioccolato di Modica è un luogo divertente e informativo che vi permetterà di esplorare la storia del cioccolato di Modica, oltre che le sue antiche radici nella cultura culinaria siciliana.
Il museo mette in mostra il processo tradizionale di produzione del cioccolato di Modica. Scoprite come i grani di cacao vengono lavorati e trasformati in cioccolato senza passare attraverso la fase di conchigliatura, il che dà al cioccolato di Modica la sua texture unica e granulosa. Il cioccolato di Modica è fatto a mano con metodi tradizionali. L’utilizzo di ingredienti semplici come il cacao e lo zucchero, rendono il processo produttivo notevolmente diverso da quello che si utilizza in altri parti del mondo. Qui potrai anche assaporare diverse varietà di cioccolato, ognuna con il suo sapore unico e la sua consistenza particolare. Un’esperienza deliziosa per i sensi.

Molto altro

Tra le molte attrazioni da visitare, ci sono anche la chiesa di Santa Maria di Betlem e la Chiesa rupestre di San Nicola Inferiore, del XI e XII secolo.
Prendetevi del tempo per esplorare la città, perdendovi negli stretti vicoli cittadini e ammirando l’architettura in pietra calcarea, le facciate decorate e gli scorci pittoreschi. Raggiungete uno o più dei numerosi belvedere, dove scattare foto e ammirare il panorama. Il Teatro Garibaldi, realizzato a metà dell’Ottocento in stile neoclassico, per spettacoli teatrali o musicali dal vivo. Palazzo Polara, edificato a fine settecento, accanto al Duomo di San Giorgio. Palazzo Castro Polara Grimaldi a Modica, affacciato sull’Orto del Piombo. Torretta dell’orologio, in funzione ancora oggi dal 1725.

Un tour completo di Modica richiede circa 12-16 ore